La conversione in garage non dà diritto alla detrazione

O il garage viene costruito ex novo oppure non può essere detratto. Per capirci, non è detraibile ai fini Irpef la conversione edilizia, tramite lavori di ristrutturazione, di un precedente immobile abitativo in garage.

È questo in sintesi, il contenuto della risposta n. 6 del 19 settembre 2018 con cui l’Agenzia ha fornito delle precisazioni sulle detrazioni in relazione alle spese sostenute per la realizzazione di un box auto di pertinenza dell’appartamento.

Il contribuente che ha inviato l’interpello, dopo aver premesso che l’impresa costruttrice aveva acquistato tutto il piano terra di uno stabile, trasformato, frazionato ed effettuato il cambio di destinazione d’uso dei precedenti locali da abitazioni a box auto, chiedeva appunto se per il box acquistato avrebbe potuto fruire del “bonus ristrutturazioni” (articolo 16-bis, Dpr 917/1986).

La realizzazione però di un’autorimessa o di un posto auto, precisa l’Agenzia delle Entrate nell’interpello, è l’unica fattispecie di intervento in cui, per fruire della detrazione spettante agli interventi di recupero del patrimonio edilizio, le spese devono essere riferibili ad interventi di nuova costruzione.

Di conseguenza, nel caso prospettato, diversamente da come avviene generalmente per le conversioni di immobili non abitativi in abitativi, il bene non è agevolabile, dal momento che la costruzione del box non avviene ex novo, ma appunto deriva da un intervento di ristrutturazione dell'immobile ad uso abitativo già esistente.

(Fonte: Fiscooggi.it)
APRI E SCOPRI