Modello 730 alla stretta finale, oggi si chiudono i giochi

Per il Modello 730 siamo alla stretta finale. Lunedì 24 luglio è l'ultimo giorno utile per l'invio della dichiarazione, poi se ne riparlerà il 2 ottobre, quando scadranno i termini per il Modello Redditi, ex Unico). Com’è noto, le strade percorribili per dichiarare sono due: o fare da sé tramite il sito dell’Agenzia delle Entrate, incappando però nell’incognita di doversi dotare del PIN (quindi se non ci si è mossi per tempo sarà complicato fare tutto nel giro di una settimana), oppure, soluzione più rapida ma qualitativamente garantita, affidarsi a un intermediario fiscale come CAF ACLI che da quest’anno, tramite il suo nuovo servizio Il730Online, rende di fatto possibile, grazie anche alle sessioni di chat intrattenute tra utenti e operatori, l’elaborazione a distanza del Modello 730 sulla base della documentazione inviata dal contribuente.

Fare il 730 col supporto di CAF ACLI garantisce in primis al contribuente una sorta di barriera protettiva da qualunque controllo l’Agenzia delle Entrate volesse effettuare in futuro sul suo modello, proprio perché CAF ACLI, in qualità di intermediario fiscale abilitato, apporrà il cosiddetto “visto di conformità” sulla dichiarazione, divenendone automaticamente responsabile (salvo dolo del contribuente). In parole povere, se c’è uno sbaglio, sarà CAF ACLI a farsi carico non solo della maggiore imposta dovuta, ma anche delle sanzioni più gli interessi. Comunque sia, l’oggettiva – e di fatto inedita – comodità che va messa in rilievo con la nascita de Il730Online, è proprio l’opportunità di usufruire di un servizio strutturato di consulenza fiscale senza muovere un passo dal divano di casa. Per “strutturato” intendiamo appunto un servizio a misura di contribuente, semplice da usare, concepito per affiancarlo passo passo nelle fasi della dichiarazione.

Il primo step è ovviamente quello della registrazione: il contribuente, premunendosi con cellulare, documento d’identità, codice fiscale e carta di credito, è tenuto a introdurre alcuni suoi dati personali che serviranno a identificarlo come persona reale. Passata questa fase, sarà necessario l’inoltro dei documenti: in primis la (o le) CU coi redditi percepiti durante l’anno, poi gli atti delle eventuali proprietà immobiliari, ma soprattutto ogni scontrino o fattura che dimostrino il sostenimento di una spesa detraibile o deducibile. L’immediatezza del servizio si nota anche da qui: i documenti, infatti, potranno essere scansionati o fotografati col cellulare per poi essere caricati come file digitali nell’area riservata che l’utente si sarà già creato al momento della registrazione. Automaticamente, dall’altra parte, un operatore verrà abilitato alla visualizzazione dei suddetti documenti e potrà dunque elaborare la dichiarazione.

Ma non è tutto. Sempre all’interno dell’area riservata, il contribuente troverà un apposito spazio per chattare con l’operatore fiscale che sarà stato assegnato a quella pratica specifica, in modo tale da poter sciogliere ogni dubbio ove se ne presentasse il bisogno. In particolare, se l’operatore dovesse rendersi conto dell’insufficienza dei documenti caricati dal contribuente, sarà sua cura contattarlo tramite chat e farglielo presente. A dimostrazione, infine, che nulla è stato lasciato al caso nello sviluppo di questo innovativo programma di compilazione, è bene specificare che ogni conversazione avvenuta in chat tra l’operatore e il contribuente sarà a quest’ultimo inviata tramite e-mail non appena la dichiarazione verrà ultimata.

(Registrati al portale Il730Online per compilare comodamente da casa la tua dichiarazione)
APRI E SCOPRI

News dal CAF ACLI

vedi tutte le news